Monte Rosa Express

067

Per questa escursione di due giorni si sono uniti al gruppo TAM anche gli amici cuprensi Enzo e Mauro, che hanno contribuito a rendere piacevole questa avventura. In una stagione caratterizzata da un clima fortemente instabile abbiamo avuto, almeno, la fortuna di godere di una splendida giornata di sole.

Arrivati comodamente nel pomeriggio nei pressi del Rif. Mantova in funivia, abbiamo pianificato con la nostra guida le due giornate.

056

Dopo una notte moderatamente tranquilla, sveglia alle 04.30 per la colazione, preparazione degli zaini e di tutto il materiale necessario per la salita che ci porterà dai 3470 mt del rifugio ai 4215 mt della Piramide Vincent.

061

Alle prime luci dell’ alba il gruppo è pronto nella terrazza. Con andatura lenta ma regolare si avvia, oltrepassando il Rif. Gnifetti, a risalire il ghiacciaio del Lys con cambi di moderata pendenza in direzione del Colle Vincent, crocevia per la Capanna Margherita.

 

062 063Pieghiamo verso destra per salire alla volta di questa bella piramide che ci ha ricordato, per somiglianza e non per sofferenza quella del Mera Peak in Nepal. Ma anche in questa occasione, il paesaggio è veramente suggestivo, si scorgono in lontananza i picchi del Cervino, del Gran Paradiso, del Monviso del Monte Bianco e nelle vicinanze l’affilata cresta del Liskamm e del Castore. 075Piuttosto che rientrare per la via di salita direttamente, preferiamo risalire l’esile traccia di fronte a noi che ci porta in cima al Cristo delle Vette.

070

Soddisfatti appieno da questa giornata di sole, immersi in un contesto davvero unico, rientriamo in rifugio per un meritato riposo in vista della giornata successiva,ancor più impegnativa, che ci porterà a Punta Gnifetti. Le previsioni meteo per il giorno successivo danno coperto/neve debole: azzeccatissime! Infatti usciti alle 05.50 dal rifugio ci aspetta una nebbia che assorbe ogni cosa, la guida, molto ottimisticamente, ci tranquillizza dicendoci che col passare delle ore vedremo il sereno. Ripercorriamo l’itinerario del giorno precedente fin sotto le pendici della Piramide Vincent, da qui seguiamo la traccia su costanti salite fino al Colle del Lys e successivamente un lungo traverso in falsopiano sotto la Punta Parrot ci porta alla base di uno strappo impegnativo fino al Colle Gnifetti. 090Scorgiamo la Capanna Margherita (mt 4559), ma non è finita, dobbiamo ancora percorrere una ripida diagonale che ti fa mancare il fiato prima di arrivare in cima. Le assicurazioni di Betthaz, la guida, riguardo il ritorno del sereno non si avverano: siamo avvolti dalla nebbia con un debole nevischio che ci accompagnerà fino al nostro rientro in rifugio.109 Abbiamo, tuttavia nelle nostre menti il ricordo degli indimenticabili paesaggi di cui abbiamo avuto la fortuna di godere ieri e la consapevolezza che siamo ancora in buona forma per affrontare insieme altre avventure.

Lascia un commento