Monte Bianco UTMB e TDS 2013

COURMAYEUR 28/8/2013 – CHAMONIX 1/9/2013

UTMB (168 km – 9600 mt D+)   TDS (119 km – 7250 mt D+)

Il quintetto di TrailadventureMarche arriva nel paradiso degli sport di montagna per gli appuntamenti mondiali del trail ed affrontare le gare in programma:

 La UTMB

Dante – dopo due ritiri (2009 – 2011 ) arriva al terzo appuntamento dopo mesi di intensi allenamenti, con una adeguata pianificazione alimentare e del percorso, con la ferma volontà di arrivare in fondo;

centra l’obbiettivo superando momenti particolarmente difficili, dovuti alle due notti insonni ed alla durezza del percorso, anche grazie al prezioso supporto di Paolo e all’assistenza di Patrizia, Silvia e Tommaso.

Corona il suo sogno assaporando finalmente quella incontenibile emozione riservata soltanto a chi riesce ad arrivare nella piazza centrale di Chamonix.

La TDS

L’avventura di fine agosto è stata carica di emozioni e di sensazioni irripetibili: trovarsi in mezzo a centinaia di persone e percorrere gli splendidi sentieri tra Courmayeur e Chamonix, ti fa vivere appieno un senso di libertà e di stretto contatto con la natura.

Descritta in questo modo sembra un’allegra escursione, in realtà l’atmosfera che abbiamo vissuto e condiviso con tanti altri, ti fa dimenticare per qualche momento che stai gareggiando alla TDS del monte Bianco (gara di corsa in montagna da 120 km denominata anche “Sur les traces du duc de Savoie”).

Il nostro piccolo gruppo di anconetani (Paolo, Marco, Manolo e il sottoscritto, Simone) si è ritrovato a vivere questa competizione internazionale, lo scorso gennaio, dopo aver preso la decisione di iscriversi ad un’altra gara del monte Bianco, la CCC (Courmayeur – Champex – Chamonix) da 100 km. Esclusi però, dal sorteggio di quest’ultima, non ci siamo tirati indietro ed abbiamo preferito misurarci su una distanza ancora più lunga; dopo una giornata caratterizzata da vari ripensamenti, a fine gennaio abbiamo dato il via alla nostra avventura, iscrivendoci alla TDS…!!!!

Pronti…..via!!!! Alle sette del mattino del 28 agosto siamo partiti dal centro di Courmayeur per raggiungere Chamonix dopo più di un giorno di gara. Marco ha tagliato il traguardo in 25 ore, anche grazie ai suoi integratori senza pari: i tortellini in brodo di una gastronomia di Courmayeur!

Gli altri sono arrivati un paio d’ore dopo e posso dire che la sensazione che si prova, una volta tagliato il traguardo, è indescrivibile. Le persone che ti incitano e ti applaudono lungo il percorso (anche di notte) e al di là del tempo impiegato e della stanchezza che provi alla fine della gara, le competizioni come la TDS mettono a dura prova la tua forza mentale.

Sai comunque di non essere da solo, la certezza è di poter condividere le tue fatiche con tanti altri atleti giunti da tutto il mondo per misurarsi con se stessi e con quelle splendide montagne. Spagnoli, italiani, francesi, brasiliani, russi, tedeschi, austriaci, svedesi, cinesi, russi, giapponesi, tante nazionalità che si ritrovano in silenzio a percorrere per 33 ore di gara gli stessi sentieri e a provare le stesse sensazioni, di fronte alla maestosità delle vette come il Bianco o il monte Cervino.

E’ proprio da questa moltitudine di persone che prendi la forza ed il coraggio di affrontare le varie difficoltà del percorso e la spinta per superare delle salite impegnative come il Col du petit Saint Bernard o l’ascesa al Col du Tricot dopo 100 km di gara.

A pochi giorni di distanza, dopo aver ripreso la routine quotidiana, l’avventura della TDS resta sempre viva, come se quelle montagne e quei sentieri fossero impressi per sempre nella mente.

Siamo pronti a ripartire per un’altra “pazzia” da fare insieme, perché in fondo anche questo vuol dire essere trailer, amanti della montagna.

Un grazie a tutti coloro che abbiamo conosciuto durante questa gara, alle nostre famiglie ed amici che ci hanno sostenuto da casa, seguendoci via internet e al nostro amico Dante che ci ha aspettato all’arrivo di Chamonix con tutta la sua famiglia.

Di solito si dice che “l’appetito vien mangiando”, chissà se il nostro gruppetto di anconetani avrà voglia di misurarsi con qualcosa di più arduo il prossimo anno……!!!!

Simone

Lascia un commento